in

I consumi di vino totali e pro-capite nel 2020 – aggiornamento OIV

Fonte: OIV

Una settimana dopo aver commentato i dati sulla produzione di vino mondiale, pressochè stabili a 260 milioni di ettolitri, tocca oggi al capitolo dei consumi di vino, aggiornato al 2020 da OIV con un mix di dati rilevati e di dati stimati a 234 milioni di ettolitri, in calo di 7 milioni rispetto al dato del 2019. Sono in particolare stimati i dati relativi agli USA, alla Cina, al Regno Unito e alla Russia, al Canada e all’Olanda e a qualche altro paese minore. Quindi in totale la stima copre almeno 80-90 milioni di ettolitri di consumo mondiale. Gli USA si confermano il mercato più importante del mondo, perlomeno a volume, stabili a 33 milioni di ettolitri, mentre OIV rileva un consumo in crescita decisa in Italia, tanto da farlo arrivare vicinissimo a quello francese (e se questo dato è corretto significa che il nostro consumo pro-capite è superiore a quello francese, visto che loro sono più di noi). Il dato comunque più vistoso è però la stima del consumo cinese, in deciso calo (come anche la produzione) da 15 a 12.4 milioni di ettolitri. Ricordandovi che trovate questi numeri nella sezione Solonumeri del blog, vi invito a proseguire la lettura all’interno del post.

  • Il consumo mondiale di vino è visto in calo del 3% circa nel 2020, l’anno della pandemia, a 234 milioni di ettolitri. Il calo secondo OIV si concentra in alcuni paesi, tra cui spiccano la Cina come dicevamo a -7% e il Sud Africa a -6%, mentre sono stabili i primi due mercati mondiali, USA e Francia.
  • Se vogliamo “tagliare il dato” in modo differente potremmo dire che i 190 milioni di ettolitri consumati nei principali 15 paesi consumatori (circa, ovvero tutti quelli sopra 3 milioni di consumo annuo) sono sostanzialmente stabili con i più e meno che abbiamo detto, mentre tutto il resto del mondo è visto in calo sostanziale, da 50 a 44 milioni di ettolitri.
  • L’Italia spicca da ormai un paio di anni come uno dei paesi “maturi” per il mondo del vino che invece sta crescendo (+7% secondo OIV nel 2020), come anche spicca il +3% del mercato inglese che da qualche anno veleggiava intorno ai 13 milioni di ettolitri.
  • Sono invece stabili in consumi di vino in Germania.
  • Nelle tabelle allegate vi mostro anche i consumi pro-capite, calcolati sul totale della popolazione (quindi tutti, anche i bambini), dove potete notare che l’Italia sembrerebbe tornata sopra i 40 litri pro capite annui di consumo, mentre la Francia sta intorno a 38 litri.
  • A livello mondiale, il consumo pro-capite strutturalmente scende, visto che i consumi totali non progrediscono e invece la popolazione mondiale continua a crescere. Siamo intorno a 3 litri a testa nel 2020, calcolato su 7.8 miliardi di persone.
Se siete arrivati fin qui…
…ho un piccolo favore da chiedervi. Sempre più persone leggono “I Numeri del Vino”, che pubblica da oltre dieci anni tre analisi ogni settimana sul mondo del vino senza limitazioni o abbonamenti. La pubblicità e le sponsorizzazioni servono per aiutare una missione laica in Perù. Per fare in modo che questo lavoro continui e resti integralmente accessibile, ti chiedo un piccolo aiuto, semplicemente prestando da dovuta attenzione con una visita alle inserzioni e alle sponsorizzazioni presenti nella testata e nella sezione laterale del blog. Grazie. Marco

Fonte: http://feeds.feedburner.com/INumeriDelVino


Tagcloud:

Vino & Arte: nasce il premio Domenico Clerico

Il Salotto del Ruchè: il nuovo wine club di Ferraris Agricola