in

Tre giorni con RipaWine: degustazioni, musica e ‘food roulette’

Una settima edizione che abbraccia e rappresenta ancora di più il territorio di Riparbella. Torna RipaWine, l’appuntamento per vivere il borgo assaporando le eccellenze della terra (e non solo) è fissato per venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 luglio.

Organizzato dalla Proloco di Riparbella in collaborazione con Fisar, Comune di Riparbella, cantine e ristoranti locali, RipaWine è pronto e deliziare i palati con una tre giorni che declinerà il vino in arte, artigianato, agricoltura. Degustazioni, assaggi, street food locale e di qualità, musica, momenti di approfondimento, mostre e intrattenimento per più piccoli: un programma completo e goloso, per un viaggio ‘dentro’ il mondo del vino e ‘intorno’ alla bellezza del territorio di Riparbella.

Nove le cantine riparbelline protagoniste, ognuna con la propria postazione. Caiarossa, La Regola, Colline Albelle, Urlari, Quercialuce, Pakravan Papi, Duemani, Prima Pietra e La Cava (l’ultima nata, all’esordio in RipaWine). In ogni postazione, munendosi di un calice (2 mila quelli che la Proloco metterà a disposizione – ma sarà possibile portarsi anche il proprio da casa – insieme a 4mila portabicchieri), i visitatori potranno degustare il vino, accompagnare la bevuta con ottimo cibo e divertirsi con la musica.

Inoltre, per chi vorrà compiere un assaggio completo, sarà possibile acquistare la card ‘RipaWine Experience’ al costo di 30 euro con la quale degustare il vino top di ognuna delle 9 cantine.

Tre gli stand gastronomici targati Proloco: uno sarà dedicato al fritto con le immancabili zonzelle da sole o accompagnate con ingredienti freschi come le melanzane con il crudo o la burrata con la mortadella; un secondo stand proporrà piatti della tradizione dalla mitica zuppa alla riparbellina fino al baccalà alla livornese; infine lo stand grill che proporrà, tra le varie prelibatezze, salsiccia grigliata (da sola o in un panino gourmet con cipolla caramellata), grigliata e spiedini misti. Per saperne di più sarà attivo anche il punto espositivo dell’Associazione dei Vignaioli di Riparbella.

Una novità: la chiusura totale della strada principale del paese per i tre giorni della manifestazione. Per tutti coloro che arriveranno sarà attivo un servizio navetta gratuito disponibile dalle 19 alle 24 con partenza dal parcheggio di San Martino.

OLTRE IL VINO. ‘Riparbella ieri oggi e domani’, esposizione artistica per le vie di Riparbella, si potrà ammirare tutti e tre i giorni di giorni di festa dalle 19 alle 24. La ‘firma’ è quella dell’artista Giacomo Martellacci. Al centro del progetto – che si realizza attraverso illustrazioni, libri, poesie, letture – ci sono il paese, la natura, la storia, la cultura, gli abitanti e i turisti. Obiettivo: costruire un futuro tutti insieme.

Il venerdì sarà il giorno degli incontri di approfondimento. Alle 19.30, in piazza Marconi, Francesca Filippone curerà uno speciale show cooking (cucinare con il vino) che si trasformerà in una food roulette, sfida per intenditori e curiosi in cui il pubblico sarà chiamato a indovinare con quale tipo di vigna verranno cucinati i piatti proposti. Subito dopo, alle 20.15, Stefano Berti, presidente del Distretto rurale della Val di Cecina, si parlerà di km zero.

Altra curiosità: lo studio olfattivo Source Adage, nel cuore di Riparbella, in occasione di RipaWine, rimarrà aperto alle visite fino alle 22 e proporrà la presentazione del diffusore ambiente realizzato con e per la cantina Caiarossa. 

MUSICA E ANIMAZIONE. Tanti gli artisti che animeranno le serate: Max Panconi Rnr Trio, Radioviva, Undercover Trio, Blues Machine, Flowers, Blue Monkey, Riego, Dafel Band, dj Betullo, dj Alex Verani e Danny Lloyd, dj Rosco e Sandrino, dj Gianluca Salvadori,dj Francesco Galletti, Alberto Casini dj e molti altri. Sabato 13 alle 22, in piazza Borgo di Sotto, animazione ed esibizione con la scuola BalliAmo.


Fonte: https://www.pisanotizie.it/rss/degustazioni/

Il punto sul turismo rurale nella Sila Greca in occasione dei 10 anni del Biscardino